Bonus ristrutturazioni: come si ottiene e cosa cambierà nel 2019 - Domus Aurea

1 settembre 2018 Nessun commento

Bonus ristrutturazioni: come si ottiene e cosa cambierà nel 2019


 

Il bonus ristrutturazioni è una delle agevolazioni fiscali che ha dato maggiore slancio al settore immobiliare.  È uno strumento infatti molto utilizzato sia dalle famiglie che dagli investitori.

Ma ti sei mai chiesto come ottenerlo?

 

Il bonifico parlante

 

Per ricevere la detrazione fiscale bisogna compilare il cosiddetto bonifico parlante, l’unica e sola modalità di pagamento che ti permetterà di usufruire del bonus.

Il bonifico parlante è differente dal classico bonifico bancario: su questo infatti esso devono essere riportate in modo chiaro e specifico tutte le informazioni necessarie imposte dalla legge; si fa al fine di non far confusione con altri pagamenti e quindi non avere problemi nel momento in cui si presenta la documentazione all’Agenzia delle Entrate per ottenere lo sconto sulla dichiarazione dei redditi.

Nella causale del bonifico si devono esplicitare le seguenti informazioni:

  • che il pagamento viene effettuato ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 16 del d.p.r. 917/1986 (relativo agli interventi che possono usufruire delle detrazioni);
  • gli estremi della fattura che si sta pagando, emessa dall’impresa che ha realizzato i lavori;
  • i dati della persona che effettua il bonifico, alla quale sono intestate le fatture relative all’intervento di ristrutturazione.

Fai molta attenzione nel compilarlo. La normativa, a riguardo, è rigidissima: chi effettua il bonifico in modo errato non può più correggerlo, ma dovrà necessariamente farne un secondo.

 

Cambiamenti in vista del nuovo anno?

 

In merito alla conferma del bonus fiscale, la situazione è in divenire. Voci di corridoio parlano della possibilità che l’incentivo venga cancellato nell’ambito della manovra  per introdurre la flat tax. L’altra ipotesi è la riduzione: in tal caso il bonus garantirebbe la possibilità di detrarre non più il 50% della spesa (su un massimo di 96.000 euro), ma il 36%, con un tetto massimo di 48.000 euro. 

Tutto questo verrà svelato solo durante il mese di settembre, quando nelle aule di governo si inizierà a parlare della legge di bilancio 2019.

Intanto, molte persone sono già corse ai ripari, anticipando i lavori di ristrutturazione per non mancare l’appuntamento con lo sconto.

Anche tu ci stai pensando? Allora di sicuro ti interesserà dare un’occhiata a come arredare risparmiando con il bonus mobili 2018.

 

Redazione – Gruppo Domus Aurea

 

Credits:

www.investireoggi.it

www.laleggepertutti.it

 

 

 

 

 


Chiama Adesso e Valuta Gratis il tuo Immobile

Domus Aurea Srl - Via la Spezia 49/F - 43100 PARMA (PR) - P.Iva 02739220347
Privacy - Cookie - Note legali