Bonus ristrutturazioni, detrazioni 110%: 3 esempi pratici

7 settembre 2020 Nessun commento

Bonus ristrutturazioni e detrazioni 110%: 3 esempi pratici per capire meglio


Il Covid-19 ha causato diversi stravolgimenti di natura economica e sociale e dai quali sono scaturiti i vari provvedimenti da parte del governo – i famosi DPCM – che mirano a dare nuova linfa al Bel Paese.

Tra questi, quello che ha come obiettivo il rilancio del settore edilizio è l’ecobonus 110%. Si tratta di un’importante manovra finalizzata al recupero del patrimonio immobiliare italiano con un focus particolare alle prestazioni energetiche e sismiche.

 

Bonus ristrutturazione edilizia 110%

Principale contenuto del Decreto Rilancio, per chi ancora non lo sapesse, il bonus ristrutturazione consiste in una detrazione del 110% per spese di ristrutturazione destinate al miglioramento energetico e sismico nel proprio condominio o singola abitazione.  La detrazione fiscale 110% vale dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 e sarà suddivisa in 5 rate di pari ammontare.

Fino a qui tutto chiaro anche se qualche dubbio resta. Ecco perché, in linea con la traccia proposta dall’agenzia delle entrate, forse è il caso di ragionare per esempi pratici di immobili a Parma e fuori.

Bonus ristrutturazione 2020, praticamente

Primo esempio:

Davide e Claudia abitano in un edificio unifamiliare e vorrebbero cambiare la loro vecchia caldaia con un nuovo tipo a condensazione con classe energetica A e sostituire i serramenti.

Potranno beneficiare del bonus al 110%, purché entrambi gli interventi rendano l’immobile più efficiente dal punto vista energetico. Ciò si traduce in un miglioramento di 2 classi energetiche, certificato e asseverato dall’attestato di prestazione energetica (A.P.E.)

Secondo esempio:

Carlo vive in una villetta singola e vorrebbe ristrutturarla nonché migliorarne l’efficientamento energetico passando dalla classe G alla classe E.

Avrà accesso al bonus se decide di sostituire caldaia, infissi e cappotto termico rispettando i requisiti richiesti nel Decreto Rilancio: spendendo 25 mila euro per il cappotto termico e 10 mila euro per caldaia e infissi, beneficerà di una detrazione di 38.500 euro, pari al 110%, da ridistribuire in 5 quote da da 7.700 euro.

Terzo esempio:

Francesco, proprietario di un appartamento in un condominio a Parma, possiede anche una villetta al mare e una casetta in montagna e vorrebbe effettuare alcuni lavori di ristrutturazione usufruendo della detrazione al 110%. Potrà beneficiare del bonus per le spese sostenute per lavori di:

  • riqualificazione energetica su massimo due delle unità immobiliari di cui sopra;
  • riqualificazione energetica relativa alle parti comuni dell’immobile in condominio.

Per maggiori dettagli visita la sezione dedicata sul sito delle Entrate.

 

Agenzia immobiliare a Parma: siamo a tua disposizione

Anche noi come agenzia immobiliare a Parma riceviamo un sacco di richieste di informazioni su queste tematiche e siamo pronti a offrirti consulenza adesso. Contattaci per un appuntamento oppure se stai pensando di vendere casa, richiede una valutazione immobili. Siamo a tua disposizione.

 

 


Chiama Adesso e Valuta Gratis il tuo Immobile

Domus Aurea Srl - Via la Spezia 49/F - 43100 PARMA (PR) - P.Iva 02739220347
Privacy - Cookie - Note legali