Scegliere il colore degli ambienti della casa: un criterio scientifico - Domus Aurea

15 novembre 2017 Nessun commento

Scegliere il colore degli ambienti della casa: un criterio scientifico


 

Seppur per motivi diversi, la scelta dei colori interni della casa è una dinamica immobiliare che accomuna sia acquirenti che venditori: gli acquirenti devono tenerne conto se comprano un immobile da ristrutturare, per cambiarne l’aspetto e personalizzarlo; i venditori, invece, fanno ricorso al tinteggio per valorizzare maggiormente il proprio immobile agli occhi del mercato e proporlo a un prezzo un po’ più alto.

In ogni caso, l’intento è lo stesso per entrambi: rinnovare gli spazi e gli ambienti. Mentre chi acquista casa si scervella sulla varietà di colore, sulla tonalità, in base ai gusti e alla personalità, chi vende va spesso “sul sicuro” utilizzando il mai banale colore bianco.

Ma esiste un criterio scientifico nella scelta del colore?

Cerchiamo di scoprirlo.

 

Colori caldi e colori freddi

 

Un approccio scientifico ci porta a considerare i colori come elementi caratterizzanti che hanno una una propria temperatura, lunghezza d’onda e dinamicità. La temperatura  ci permette di dividerli in due classi: quelli caldi e quelli freddi.

  • I primi – come il rosso, il rosa, l’arancione e il giallo – si associano alla luce del sole, al calore e sono perfetti per ravvivare e rendere accoglienti gli ambienti.
  • I secondi – come il verde, il blu, il viola e l’azzurro – riportano alla mente la neve, il ghiaccio, il mare e il cielo, e sono colori che trasmettono tranquillità e rilassatezza.

 

“Che colore scegliamo per il soggiorno?”

 

Conoscere questa distinzione aiuta molto, ma non è tutto; anche la dinamicità del colore è un parametro molto importante. In quest’ottica, i colori caldi trasmettono un senso di vicinanza, mentre quelli freddi un senso di lontananza. Quindi, utilizzando in un certo modo le tinte si possono correggere visivamente le dimensioni di un locale.

Sembra impossibile ma non lo è. Se i colori più scuri avvicinano e quelli più chiari allontanano, non sarà difficile slanciare un soffitto troppo basso o allargare un corridoio angusto: nel primo caso basterà utilizzare un colore chiaro per il soffitto e uno più scuro per le pareti; mentre nel secondo basterà applicare il bianco sia alle pareti che al soffitto.

Insomma, dietro alla scelta dei colori della casa c’è un intero mondo da scoprire (ecco un contributo ancora più tecnico). Non mancano, inoltre, gli approcci alternativi, come le discipline orientali. Il Feng Shui su tutti, che basa la scelta del colore adattandola allo spirito degli abitanti della casa.

La cosa più importante resta comunque l’equilibrio tra le varie tinte e i contrasti. Altrimenti, il rischio è quello di stancarsi subito e di voler cambiare di nuovo.

 

 

 

Redazione – Gruppo Domus Aurea


Preventivi e Valutazioni Gratuite del tuo Immobile

Domus Aurea Srl - Via la Spezia 49/F - 43100 PARMA (PR) - P.Iva 02739220347
Privacy - Cookie - Note legali