Prospettive "green": i giardini verticali - Domus Aurea

5 marzo 2016 Nessun commento

Prospettive “green”: i giardini verticali


98a95c4a54fe40d67be93344a7084699

Le città si estendono in fretta per ragioni economiche, sociali, strutturali; così le aree verdi si trovano spesso strette tra barriere di acciaio e cemento che non danno sfogo alla sensazione di stare all’aperto, tra gli alberi e il verde.

Per fortuna, qualche mente lungimirante ha pensato a una soluzione diversa in tal senso, che preveda un impiego inusuale dell’elemento naturale in contesti urbani oramai saturi di strutture di cemento. E’ il caso di Patrick Blanc, biologo ideatore dei giardini verticali. L’idea gli è venuta in mente durante un viaggio in Thailandia, osservando le piante crescere sulle rocce. Adesso è realtà e la sua applicazione ha avuto risvolti sia funzionali che estetici.

Dal lato della bellezza, queste opere danno un colpo d’occhio mozzafiato agli ambienti cittadini proprio per il fatto di trovarsi, il più delle volte, nei punti nevralgici delle aree urbane e nel bel mezzo dei centri-città, i quali sono spesso contraddistinti dai colori grigi e scuri dei palazzi (soprattutto in Italia); inoltre è possibile che esse vengano installate, non solo come cappotto esterno dei palazzi, ma anche come rivestimento delle pareti interne delle abitazioni o degli uffici, conferendo una sensazione di relax che è insita nell’idea stessa del giardino verticale: infatti, le piante hanno la capacità di contribuire al nostro benessere psicofisico grazie ai loro colori e alle energie che trasmettono. Il verde comunica un senso di pace, equilibrio e speranza, e la presenza di piante ha il potere di ridurre disagi, stress, nonché di aumentare considerevolmente il buon umore.

Spostandoci sul versante tecnico, i giardini verticali sono molto ricercati per l’isolamento acustico, per la depurazione dagli inquinanti atmosferici e per la regolazione termica in ottica di risparmio energetico.

Partendo dalla constatazione che le facciate degli edifici possono essere rivestite da vegetazione arborea grazie al principio per il quale non tutte le piante necessitano della terra per vivere, e che molte specie necessitano solamente di acqua, ossigeno e anidride carbonica, grazie alla fotosintesi clorofilliana, il loro sistema costruttivo si basa su una struttura metallica di ingombro ridotto, agganciata alla struttura, sulla quale viene steso un telo in PVC e un successivo rivestimento in cartonfeltro. Su questo tessuto tecnico vengono inseriti i semi o le essenze già sviluppate, con una densità di circa 30 piante al metro quadro.

Alcuni sistemi utilizzano pannelli modulari di piccole dimensioni già inerbiti e pronti alla posa su gabbia in alluminio; il sistema di irrigazione che distribuisce in maniera omogenea l’acqua è totalmente automatizzato e nascosto alla vista. La frequenza della manutenzione, da eseguirsi mediamente da 1 a 4 volte l’anno a seconda delle specie prescelte e del tipo di effetto desiderato (erba corta o lunga), può essere ridotta con sistemi di fertilizzazione automatizzati che arricchiscono l’acqua con elementi nutritivi, fungicidi e antiparassitari.

L’unico limite è dato dai costi.

Si è sentito spesso parlare di un prezzo al metro quadro di 500€… insomma, un po’ troppo alto, e ciò significa che i muri verdi siano una cosa piuttosto di nicchia. Il problema dei costi, realizzazione a parte, è riportabile soprattutto sulla manutenzione: piante che muoiono, pezzi della struttura da sostituire. Occorre fare attenzione alle specie scelte, diverse a seconda di come e dove il muro viene installato. E la manutenzione deve essere non solo specializzata e tecnica ma anche costante, per far sì che il muro sia sempre decorativo e “vivo”. E tutto questo costa. Peraltro bisogna ancora capire la durata nel tempo di un’opera di questo tipo, visti i continui interventi di cui necessita.

Comunque, se in altre parti del mondo questa tecnica è già stata applicata, in Italia è ancora in fase di assimilazione.

 

Redazione – Gruppo Domus Aurea

 

 

 

Giardini verticali: pregi, svantaggi e costi

http://www.edilportale.com/news/2015/06/focus/tetti-verdi-e-giardini-verticali-idee-green-per-valorizzare-gli-edifici_46510_67.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Giardino_verticale

http://fioriefoglie.tgcom24.it/2010/02/01/muri-verdi-un-vezzo-per-pochi/


Preventivi e Valutazioni Gratuite del tuo Immobile

Domus Aurea Srl - Via la Spezia 49/F - 43100 PARMA (PR) - P.Iva 02739220347

Facebook