La casa autarchica: il sogno dell'indipendenza da gas ed elettricità - Domus Aurea

14 marzo 2018 Nessun commento

La casa autarchica: il sogno dell’indipendenza da gas ed elettricità


 

Chi ti dice che non ci ha mai pensato, mente: tutti noi, nel prefigurarci la casa ideale, fantasticando un po’ ci siamo fatti solleticare dal sogno di vivere in modo autonomo; essere finalmente indipendenti da gas ed elettricità. Quel sogno ha un nome e viene dall’Austria: è la casa autarchica, che verrà presentata in Italia il 23 marzo, in un workshop della Associazione Italiana Energie Agroforestali.

La casa autarchica si compone di diverse tecnologie che concorrono a realizzare un sistema abitativo capace di essere autonomo sfruttando solo risorse rinnovabili. Quindi, non inquinando.

Tale struttura sarebbe capace di produrre il calore e l’elettricità necessari a un’abitazione media per tutto l’anno. È stata testata su 60 case in Germania e Austria, per valutarne l’efficienza e l’efficacia in termini di semplicità d’uso, solidità e impatto ambientale.

E i test sono andati piuttosto bene.

Sono i costi iniziali a essere molto alti, considerando i materiali da utilizzare, il progetto e la firma dell’architetto; tutto allo scopo di risparmiare denaro ed energia nel medio/lungo termine.

 

 

L’esempio di Mike Coe e Lizzy Studley

 

I coniugi inglesi Mike Coe e Lizzy Studley hanno realizzato e vivono in una casa autarchica.

Allo scopo di documentarne l’esperienza hanno creato un sito, Cropthorne Autonomous House, una sorta di diario di bordo in cui raccontano come si vive all’interno di un’abitazione che ricava energia dall’ambiente. Ecco un video in cui Mike ne spiega i benefici:

 

 

 

Il loro caso è molto utile per scoprire determinate dinamiche, quali: fare le doccia grazie ai pannelli solari; bere acqua piovana distillata; utilizzare un bagno senza scarico (responsabile del 40% del consumo idrico domestico) che attiva un impianto di compostaggio finalizzato alla concimazione dell’orto.

E ci sono poi tante interessanti curiosità legate alle abitazioni di questo tipo. Per esempio che non ci sono i termosifoni, che vengono sostituiti da un impianto di ventilazione a pompa meccanica che produce aria calda e fredda, a seconda delle stagioni; è solito, poi, in case di questo tipo, che gli spazi della zona giorno – maggiormente utilizzati –  vengano adibiti a un piano superiore, mentre la zona notte in quello inferiore.

Vivere in questi immobili significa soprattutto sensibilizzarsi al risparmio energetico. E questo, in un mondo in cui il riscaldamento globale è pericolosamente in atto, è forse l’aspetto più importante.

 

Redazione – Gruppo Domus Aurea

 

 

Credits:

www.huffingtonpost.it

Ph. credits:

www.rifarecasa.com

 

 

 

 


Preventivi e Valutazioni Gratuite del tuo Immobile

Domus Aurea Srl - Via la Spezia 49/F - 43100 PARMA (PR) - P.Iva 02739220347
Privacy - Cookie - Note legali